Ansia

L’Ansia, è uno stato emotivo associato ad una condizione di allerta e paura che generalmente è eccessiva rispetto alla reale situazione.

L’ansia è un termine largamente usato per indicare un complesso di reazioni cognitive, comportamentali e fisiologiche che si manifestano in seguito alla percezione di uno stimolo ritenuto minaccioso e nei cui confronti non ci riteniamo sufficientemente capaci di reagire.

L’ansia di per sé, tuttavia, non è un fenomeno anormale. Si tratta di un’emozione di base, una difesa naturale che ci allerta davanti ad un pericolo e ci permette di reagire prontamente.

Succede, alle volte però, che la riposta di ansia si attivi in modo generalizzato e senza un apparente motivo. La persona sperimenta quindi uno stato di tensione e minaccia pressoché costante, anche quando la probabilità di andare incontro al pericolo temuto è scarsa se non addirittura nulla. Nonostante ciò il soggetto non è in grado di trovare rassicurazione e resta in un costante stato di pre-allerta.

I sintomi psicologici dell’ansia più comuni sono: intensa e persistente preoccupazione (stato di allarme continuo ed esagerato), irritabilità e nervosismo, scarsa concentrazione, difficoltà a ricordare le cose (di memoria), difficoltà ad addormentarsi e pensieri intrusivi.

I sintomi fisici dell’ansia possono essere: tachicardia, palpitazioni, vampate di calore, sudorazione eccessiva, sensazione di soffocamento, sensazione di nodo in gola, contrazioni muscolari, dolori al petto, brividi, tremori, vertigini, nausea, mal di stomaco.

I sintomi comportamentali che si possono presentare sono: irrequietezza o immobilità, rifiuto nel partecipare ad attività specifiche, evitamento di alcune situazioni/luoghi e fuga.

“L’illusione più pericolosa è quella che esista soltanto un’unica realtà.”

 

Paul Watzlawick


 

TRATTAMENTO

Qualsiasi motivo che condizioni dolorosamente la persona, la limiti nella vita relazionale, lavorativa, sentimentale ed esistenziale e sia un ostacolo ai propri desideri è condizione sufficiente per una richiesta d’aiuto.

Quando l’ansia diventa estrema e incontrollabile, sfociando in uno dei disturbi d’ansia, è utile potersi rivolgere ad uno psicoterapeuta per un intervento professionale che consenta alla persona di acquisire degli strumenti per comprendere le dinamiche alla base del disagio, dei pensieri e delle emozioni correlate.

Il trattamento dell’ansia comporta l’eliminazione o la riduzione dei sintomi, aiutando la persona a migliorare la sua capacità di tollerare, accettare e affrontare i sintomi e le paure correlate alla problematica ansiosa. In alcuni casi è possibile utilizzare anche delle tecniche di rilassamento per supportare il lavoro psicoterapeutico nell’interrompere il circolo dell’ansia e abbassare la tensione.

Oltre a lavorare sulla riduzione dei sintomi fisici è importante intervenire anche sulle credenze negative riguardanti la pericolosità ed incontrollabilità della problematica ansiosa.

Nel corso della terapia si può valutare la necessità di integrare l’intervento psicologico con un trattamento farmacologico. La terapia farmacologica in alcuni casi può tornare utile per abbassare il livello di attivazione fisiologica della persona e favorire una migliore aderenza alla psicoterapia.

I principali disturbi d’ansia sono:

  • Fobia Specifica: paura eccessiva e irrazionale di un oggetto o una situazione specifici (es. animali, iniezioni, altezze, ecc.)
  • Ansia Sociale: paura marcata relativa a una o più situazioni sociali, in cui è prevista l’interazione sociale con gli altri o in cui si è sottoposti ad una valutazione
  • Disturbi di Panico: episodi di ansia acuta e terrificante (in cui sembra che manchi il respiro, che stia arrivando un infarto, ecc.) che per lo più vanno a scemare nell’arco di poco tempo. Lasciano una preoccupazione costante di sperimentare altri attacchi e di subirne le conseguenze temute
  • Disturbo d’Ansia Generalizzata: riguarda una preoccupazione costante relativa ad una quantità di eventi o attività (es. prestazioni lavorative, questioni economiche, possibili incidenti o malattie, ecc.)

Altre problematiche correlate all’ansia:

Ci sono delle problematiche correlate all’ansia che molte persone posso sperimentare ma che non fanno però parte dei disturbi d’ansia.

  • Paura di Volare
  • Paura di Guidare
  • Ansia nella Prestazione Sessuale